2003 - Eminenza Cardinale Tarcisio Bertone

Sua Eminenza il Cardinale

2003 - Eminenza Cardinale Tarcisio Bertone

Nato il 2 dicembre 1934 a Romano Canavese, in provincia di Torino, quinto di otto figli, frequentò lo storico oratorio di Valdocco a Torino.

Nella stessa città frequentò il Liceo Salesiano Valsalice e giocò a calcio nel ruolo di terzino. Dopo la maturità iniziò il noviziato con i salesiani di don Bosco a Pinerolo.La sua prima professione religiosa è del 3 dicembre 1950.

A partire dal 1967 insegnò teologia morale all'Ateneo Salesiano di Roma, che nel 1973 diventò Università Pontificia Salesiana. Insegnò anche Diritto internazionale e Diritto dei minori per molti anni nella stessa università. Collaborò all'ultima fase della revisione del Codice di Diritto canonico e svolse un'intensa attività promozionale per la sua ricezione nelle Chiese particolari.

Nel 1988 fece parte del gruppo di sacerdoti che accompagnò l'allora cardinale Joseph Ratzinger nelle trattative per la riconciliazione con monsignor Marcel Lefebvre. Nel 1989 divenne Rettore MagniXco dell'Università Pontificia Salesiana. Il 10 dicembre 2002 Bertone fu nominato arcivescovo di Genova e prese possesso dell'arcidiocesi il 2 febbraio 2003.

Il 21 ottobre 2003 papa Giovanni Paolo II lo elevò alla dignità cardinalizia, nominandolo cardinale presbitero del titolo di Santa Maria Ausiliatrice in via Tuscolana, diaconia elevata "pro hac vice".

Durante una sua visita in occasione dell'inaugurazione del ultimazione del restauro del Campanile di Tribogna, ridente località della Fontanabuona, proponemmo al neo Arcivescovo Metropolita di Genova Tarcisio Bertone il premio Polis.

A questa proposta lui chiese la motivazione di questa assegnazione dicendo "Era appena arrivato e non aveva ancora fatto nulla per la Liguria", a ciò rispondemmo tra lo stupore del Parroco di Tribogna Don Giancarlo Danami "Eccellenza, lei non ha ancora fatto niente, ma noi sappiamo già che lei farà tanto".

Infatti di lì a breve venne nominato Cardinale e successivamente posto alle più alte cariche nell'istituzione della Chiesa, divenendo prima Cardinale, Segretario di Stato Vaticano, poi Camerlengo.